Callout piè di pagina: contenuto

Domino’s Pizza

La storia

Il primo locale fu aperto nel 1960 dai fratelli Monaghan in una cittadina del Michigan. Si chiamava Dominick’s. Il successo venne anche grazie alla consegna a domicilio, di cui l’azienda fu pioniera. Nel 1967 iniziò lo sviluppo in franchising che l’ha portata ad aprire oltre 17.000 punti vendita in 86 Paesi. Oggi è la più grande catena di pizzerie al mondo per giro d’affari annuo (14 miliardi nel 2019). Anche in Europa la crescita è stata formidabile: sono circa 3.000 i punti vendita, con una prevalenza in UK (1.100) e in Francia (387). Lo sbarco in Italia è del 2015. Nel 2017 è stato aperto il primo impianto di produzione per rifornire i punti vendita. Al momento sono 28 le unità operative, tra dirette e affiliate.

Il Concept

Il modello di business, grazie ad una visione anticipatrice, si basa sulla consegna a domicilio. L’esperienza del cliente parte da locali di circa 100-110 mq, con una immagine moderna, distintiva. I locali, puliti e ben strutturati, sono gestiti da personale in divisa. Grazie a tecnologie sperimentate e a strumenti digitali, ogni fase, dall’ordine alla consegna, è organizzata in modo impeccabile e seguita con un tracker online. E’ possibile consumare all’interno del locale – sono una decina i posti a sedere – o portare via. Ma il grosso del lavoro passa dai driver, tutti collaboratori di Domino’s Pizza, che fanno consegne dedicate utilizzando scooter elettrici, brandizzati e dotati di box brevettati.

Prodotti e servizi

“Offrire la miglior pizza a domicilio”: questo è l’obiettivo di Domino’s Pizza. Le ricette, la lavorazione e gli ingredienti sono pensati per garantire la miglior resa a destinazione. Gli impasti freschi maturano 48 h per una maggiore digeribilità e sono stesi a mano solo al momento dell’ordine. Il menu, originale e sorprendente, propone le pizze – Domino’s Legend, famose in tutto il mondo, a fianco dei grandi classici della tradizione italiana- ma anche sfizi come bocconcini di pane, cheesy bread, dolci e gelati. Le materie prime (oltre l’80%) sono italiane, per offrire una qualità all’altezza dei nostri standard. La pizza arriva a casa del cliente calda (a 70°), e in tempi ultrarapidi (in media 22 minuti).

Punti di forza del progetto

Una domanda forte

Il mercato del food delivery è in crescita da anni, anche in Italia. La pizza è uno dei prodotti più richiesti a domicilio. Domino’s Pizza è il leader mondiale della pizza a domicilio e il partner giusto per cogliere le opportunità del settore.

Organizzazione da numeri 1

Logistica interna con fornitore unico, massima efficienza nella gestione dei processi sul punto vendita – dagli ordini alla lavorazione dei prodotti alla consegna – monitoraggio costante e a distanza di ogni aspetto dell’attività.

Unici e innovativi

Piattaforma digitale proprietaria, una app tra le più scaricate nel settore del food italiano con una quota di ordini online dell’ 80% del delivery, forte ed efficace supporto di marketing, attività di comunicazione istituzionale e locale.

Richiedi Informazioni

Pulsante torna in alto